martedì 26 marzo 2013

La cuoca del presidente


Regia: Christian Vincent

Cast:
Cathrine Frot, Jean d'Ormesson, Hippolyte Girardot


Genere: Commedia

Produzione: (Francia, 2012)

Trama: La cuoca di campagna Hortense Laborie viene scelta dal presidente francese Mitterand alla ricerca di cibi semplici, per la sua dieta personale. Dovrà scontrarsi con invidie e regole che l' Eliseo impone e allo stesso tempo soddisfare il palato dell' uomo più potente di Francia


Ultimamente la Francia grazie a parecchie pellicole azzeccate ha riacquistato una visibilità 
internazionale che si era un poco oscurata negli ultimi anni. Quindi i nostri distributori ovviamente si sono buttati a pesce sul nuovo filone d' oro e se un film batte bandiera francese automaticamente passerà nelle nostre sale. Peccato che non tutte valgano davvero la pena e La cuoca del presidente fa parte di questa categoria.

Personalmente amo il cibo e quindi una pellicola che ne parla diventa quantomeno appetitosa e il tema
sembrava interessante: liberamente ispirato da una storia vera, il rapporto tra la cuoca e il presidente francese mi aveva fatto immaginare una miriade di possibilità. Invece il film procede piattamente per tutta la sua durata diventando semplicemente una carrellata di piatti manco fosse la prova del cuoco. Un vero dispiacere. Non per i piatti che mi han fatto venire voglia di timballi e torte saint honoré ma per l' occasione sprecata di veicolare il cibo ad un canovaccio di storia. Approvo la scelta di mantenere Mitterand sullo sfondo, con pochi dialoghi suggestivi e ben calibrati ma contemporaneamente non si può neppure sacrificare ogni altro personaggio limitandoli a comparsate qua e là. In definitiva si passa un' ora e mezza senza troppi sussulti e si finisce con lo stomaco in subbuglio non per le emozioni ma per i piatti che passano senza poterli assaggiare. Ecco, se nei cinema proponessero i piatti del film durante la visione probabilmente sarebbe un successone. Ma cinematograficamente parlando, un buon piatto non fa un buon film

VOTO:

Nessun commento:

Posta un commento